Parma e parmense

Parma, un capolavoro di città tra etruschi e romani

Una citta famosa per il suo parmigiano e prosciutto, Capitale italiana della Cultura 2020, vanta origini antichissime, così come ben testimoniato dal suo 'nome'

Nel cuore dell’Emilia Romagna è possibile imbattersi nella cittadina di Parma, assai rinomata per il suo Parmigiano e per il Prosciutto, che da sempre rappresenta un punto di riferimento importante per lo sviluppo e la promozione culturale italiana, tanto da essere la vincitrice del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020.

Antichissima capitale del Ducato di Parma e Piacenza dal 1545 al 1859, sede dall’XI secolo dell’Università, Parma è oggi un punto di riferimento per quanto desiderano approfondire i propri studi, ma anche inoltrarsi nella storia, passeggiando per le sue strade, ammirando quelli che sono i suoi monumenti e le sue bellezze naturali.

Parma – origine del nome

Una città particolare sin dal nome, probabilmente derivato dal tipico scudo rotondo utilizzato dalle truppe romane, assai similare al primo nucleo fondante della città. Ma secondo l’opinione di altri studiosi, l’origine del nome della città di Parma dovrebbe essere ricercato ancor più indietro nel tempo, in epoca etrusca, e in particolare tra i gentilizi etruschi "Parmnie”.

Come tutte le tradizioni anche quella legata al nome originario della città di Parma resta ancora oggi avvolta nel mistero, o meglio nelle tesi di numerosi studiosi, che potremmo però sintetizzare con le sapienti parole del linguista Massimo Pittau che, desideroso di trarre una summa da queste due teorie, ne riassunse la provenienza evidenziando come la voce latina parma/parmae sia un prestito della lingua etrusca e che l'antico popolo utilizzasse già lo stesso scudo metallico di forma circolare.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.